Lo scorso novembre, litigando con un altro autotrasportatore, non aveva esitato ad estrarre un coltello da giardinaggio e a colpire per due volte l’uomo con il quale si era accesa la discussione. Era accaduto nei pressi del molo di Tremestieri. A causare il litigio un sorpasso azzardato che ha acceso gli animi.

Il camionista Salvatore Marcellino, 39 anni,  nato in Belgio e residente ad Adrano che ha tentato di accoltellare il collega, è stato raggiunto al termine delle indagini dalla misura cautelare agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Il provvedimento è stato emesso dalla Sezione dei giudici per le indagini preliminari del Tribunale di Messina.

L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di tentato omicidio e porto di strumenti atti ad offendere La ricostruzione effettuata dai poliziotti delle Volanti intervenuti e le successive indagini coordinate dalla locale Magistratura hanno permesso di stabilire che tra odierno indagato e vittima è scaturita una violenta lite proprio a causa del sorpasso azzardato. In pratica futili motivi al alimentare un litigio che poteva concludersi anche con un bilancio ben più grave. Le lesioni riportate dalla vittima sono risultate infatti non letali solo per un caso fortuito.