L’Acr Messina non riesce ad ingranare. La squadra di mister Sasà Sullo, nell’ottava giornata del girone C della terza serie nazionale, perde in casa per 1-3 contro il Monterosi Tuscia. Un match che i giallorossi iniziano bene.

La prima occasione, al quarto minuto, capita sui piedi di Balde, ma il suo tiro dal limite dell’area, sfiora il palo e finisce sul fondo. Al settimo, ancora una occasione per i giallorossi, neutralizzata da un intervento del portiere laziale, sulla cui ribattuta Balde non riesce a ribadire in rete. Nonostante la netta superiorità dei ragazzi di mister Sullo, al 31esimo sono gli ospiti a passare in vantaggio, grazie alla rete messa a segno da Costantino. Dieci minuti dopo, però, il Messina riesce a trovare il gol del pareggio grazie ad Adorante. 1-1, risultato col quale si conclude la prima frazione.

Nella ripresa, l’Acr parte subito forte, ma al 55esimo, il Monterosi Tuscia trova la rete del nuovo vantaggio con Polidori. Al 67esimo, i giallorossi reclamano un calcio di rigore per un fallo di mano in area, ma il direttore di gara la pensa divertente e fa proseguire il gioco. Al 74esimo, gli ospiti trovano le rete del ko, messa a segno da Mbendè.

Nel finale, i giallorossi provano una timida reazione, ma è tutto inutile. Al triplice fischio dell’arbitro, il risultato è di 1-3 per il Monterosi Tuscia. Dura la contestazione dei tifosi, allo stadio e sui social. In molti chiedono alla società nuovi innesti per migliorare la squadra.

Altri vogliono la rimozione di mister Sasà Sullo. Sta di fatto che, nella classifica del campionato di Serie C, l’Acr Messina resta a quota 5 punti.

Di Francesco Gaberscek