L’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto ha aggiudicato i lavori di riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’ex Teatro in Fiera. Gli interventi che saranno eseguiti dall’ATI Consorzio Stabile Progettisti Costruttori – BEICO s.r.l., avranno un costo pari a 7 milioni e 400 mila euro e prevedono la demolizione e ricostruzione dell’edificio che da anni si trova in stato di abbandono.

Secondo il progetto sorgerà un nuovo palazzo lungo 80 m, largo 10 m ed alto circa 7 m che prevede al piano terra, oltre al grande atrio di accesso, tre ampie sale di diversa dimensione destinate rispettivamente a sala conferenze, sala di rappresentanza e piccole salette riunioni, affacciate sul fronte est dell’edificio.

Il primo piano sarà invece destinato ad uffici dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, con stanze prospicienti il fronte est ed il fronte sud verso il giardino della “passeggiata a mare” ed ampie hall di attesa.

L’altra ala dell’edificio riguarderà un’ampia sala conferenze/congressi/spettacoli con hall d’ingresso e tutti i servizi annessi che serviranno le suddette funzioni. Il nuovo edificio manterrà alcune delle soluzioni architettoniche e di finitura esterna dell’architettura razionalista tipica di alcuni edifici dell’ex quartiere fieristico di Messina progettati da Adalberto Libera, Mario De Renzi e Vincenzo Pantano.

Il progetto esecutivo è stato redatto da un raggruppamento di professionisti. I tempi per la realizzazione dell’opera sono pari a 330 giorni.

A seguito del provvedimento di aggiudicazione gli Uffici dell’AdSP dello Stretto daranno corso ai controlli previsti dalle vigenti norme, propedeutici alla stipula del contratto d’appalto con l’ATI aggiudicataria.

Dopo la stipula del contratto d’appalto si procederà, nei prossimi mesi, alla consegna dei lavori ed all’avvio dell’importante realizzazione, nel solco della riqualificazione dell’ex quartiere fieristico di Messina che l’AdSP dello Stretto sta portando avanti per come ha programmato.