“Il Governo Musumeci scrive oggi una pagina importante per la rigenerazione urbana di Messina. Dopo decenni, cancelleremo l’incompiuta di San Giovannello, dando una casa a chi ne ha diritto, grazie a un investimento da più di quattro milioni di euro. Avevamo preso questo impegno durante un sopralluogo sul posto, oggi lo manteniamo grazie alla virtuosa sinergia fra Regione, Iacp di Messina e Urega, tutti a lavoro per tramutare in risorsa quello che sembrava uno spreco irrecuperabile. Dagli attuali scheletri abbandonati addirittura dal 1992, ricaveremo una trentina di alloggi di edilizia pubblica risanando un intero rione. Entro poche settimane il via libera al cantiere”.

Interviene così l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, commentando l’affidamento, da parte dell’Urega, dei lavori da 4,2 milioni di euro per il completamento di trenta alloggi dell’Istituto autonomo case popolari in contrada San Giovannello, a Messina. L’appalto è stato aggiudicato alla rete temporanea di imprese Suron srl-Blas costruzioni con un ribasso del 17,768 per cento.