Sara’ il Prefetto di Messina, Cosima Di Stani, a gestire con i poteri speciali del Commissario il finanziamento da 100 milioni che il Governo nazionale ha messo a disposizione per eliminare le baracche da Messina. E’ quanto si legge al comma uno dell’emendamento al decreto covid proposto dal ministro per il Sud Mara Carfagna. Per Messina si prospetta una svolta importante. Il prefetto dovra’, entro 60 giorni dalla nomina ufficiale, perimetrale le aree da risanare e stabilire un cronoprogramma di interventi. Nel 2021 dovrenno essere spesi i primi 75 milioni, tempistica dettata dal Governo che indica la volontà di non perdere tempo. La restante parte entro il 2023. Se i piani non procederanno il finanziamento sarà revocato. Oggi è prevista l’approvazione in Senato. A seguire il testo passerà alla Camera.