I volontari che si prendono cura del sito chiedono l’installazione di foto trappole. Quello che gli storici considerano il luogo di sepoltura di Antonello da Messina sempre trascurato dalle Istituzioni