Strategie comuni se si vuole salvare l’economia della Sicilia. Mentre gli scienziati ed il personale medico portano avanti la battaglia contro il coronavirus, le istituzioni cercano soluzioni per evitare che la paura del contagio distrugga il tessuto produttivo della Regione. Il presidente Nello Musumeci ieri ha convocato una riunione a Palazzo D’Orleans con tutte le parti sociali prima di partire per Roma per incontrare il presidente del Consiglio. Incontro previsto per oggi.

Musumeci chiederà misure economica anche per la Sicilia perché il coronavisrus sta distruggendo il turismo, risorsa fondamentale per l’isola. Annullate molte prenotazioni di camere d’albergo. In particolare turisti statunitensi e russi stanno cancellando la vacanza in Sicilia perché i Governi dei loro paesi sconsigliano viaggi in Italia.

Non è soltanto una perdita per gli alberghi. Negozi di ogni tipo, ristorazione, trasporti, e molti altri settori ne soffriranno. Le ricadute, senza inversioni di tendenza, saranno sui posti di lavoro.  Musumeci proverà ad ottenere per la Sicilia misure economiche di ristoro da parte di un Governo che però sta cercando già di lenire le sofferenza in particolare nelle regioni del nord Italia, dove il coronavirus è massicciamente presente e sta già rallentando la spinta di uno dei motori economici del paese.