Covid anche al cantiere del viadotto Ritiro, due casi. Il presidente Cas precisa: “Lavori procedono”

Due casi Covid anche tra i lavoratori impiegati presso il cantiere del viadotto Ritiro a Messina. Il Presidente del Consorzio Autostrade Siciliane, Francesco Restuccia, sentiti i responsabili della società appaltatrice, Toto S.p.A. Costruzioni Generali, precisa quanto segue:

“Nlla giornata di ieri, venerdì 9 ottobre 2020, a titolo precauzionale alcuni impiegati del cantiere si sono sottoposti volontariamente a tampone presso il laboratorio Emmi di Taormina. Dagli esami effettuai due dipendenti, che svolgono attività amministrativa in stanze singole nei container predisposti ad uffici, sono risultati positivi al COVID 19.

I due impiegati sono stati immediatamente avviati alla quarantena e il laboratorio ha provveduto, come da protocollo, a segnalarli all’ASP competente.
Nonostante al momento non siano identificabili rapporti stretti e diretti con altro personale del cantiere, a seguito di quanto sopra e in ottemperanza alle prescrizioni previste, è già stata predisposta una sanificazione straordinaria degli uffici e tutto il personale sarà sottoposto a tampone.
Nel frattempo i lavori stanno proseguendo come da programma, anche nel weekend, senza subire alcun rallentamento o ritardo”