MESSINA. Una sala giochi e biliardi attiva in pieno centro a Messina, nonostante i divieti imposti dalle misure per il contenimento e il contrasto dei rischi sanitari derivanti dalla diffusione del covid-19. La scoperta è della Guardia di Finanza di Messina. I militari del Gruppo Messina nelle scorse ore, evidentemente in borghese, hanno fatto accesso al locale per verificare l’eventuale presenza di persone e sono stati accolti garbatamente dal gestore. Alle Fiamme Gialle è stato anche chiesto se volessero giocare a carte. Purtroppo per il gestore, tuttavia, l’amara sorpresa. I finanzieri hanno accertato la presenza dei 4 giocatori, tutti messinesi, intenti nel gioco del ramino, incuranti dei divieti imposti circa il distanziamento sociale e l’uscita di casa senza giustificato motivo, nonché del divieto di apertura dei locali da intrattenimento.

Nei confronti del rappresentante legale del circolo ricreativo e degli stessi avventori sono state elevate le previste contestazioni amministrative. Controlli delle Fiamme Gialle anche nel settore del commercio illecito della droga.

Verifiche lungo le strade ed i principali punti nevralgici della città. Sorpreso un messinese in possesso di 110 grammi di marijuana ed un soggetto originario della provincia di Messina, presente in città per visitare degli amici.

La giustificazione offerta, oltre a non essere coerente con i motivi di necessità ed urgenza necessari per lo spostamento, ha insospettito i Finanzieri che, all’esito di un approfondito controllo, hanno rinvenuto la droga all’interno dell’autovettura.

Le attività di controllo e sicurezza, già doverosamente intensificate, proseguiranno per tutta la durata dell’emergenza.