MESSINA. All’interno della sua casa nascondeva più di due chili di marijuana e una trentina di cartucce per fucile. La sostanza stupefacente è stata rinvenuta dentro numerosi sacchetti nascosti in vari luoghi dell’appartamento: in cucina, nello sgabuzzino, all’interno di una scarpiera, persino nel cestello della lavatrice.

Il 21enne Cosimo Castagna, messinese, è stato arrestato dagli agenti delle Volanti, al termine di una perquisizione domiciliare. Scoperto dai poliziotti ha poi consegnato, spontaneamente, altre quattro confezioni, insieme a un bilancino di precisione e altro materiale generalmente utilizzato per il confezionamento delle singole dosi. Trovati sei involucri vuoti in bagno, il cui contenuto era stato gettato nello scarico del water all’arrivo dei poliziotti, lasciando tracce ovunque.

Parte delle cartucce sono state maldestramente gettate dal balcone in strada andando a colpire il tettuccio di un’auto in sosta, subito recuperate dagli agenti che durante le attività controllavano il perimetro dell’immobile. La restante parte era invece nascosta in un mobiletto in veranda.
Rinvenuta e sequestrata anche la somma di 150 euro, ritenuta provento di spaccio.

Un ulteriore controllo dell’appartamento ha permesso il rinvenimento di un sistema di videosorveglianza dotato di hard disk le cui telecamere, posizionate sulla pubblica via, consentivano il costante monitoraggio di tutta l’area attorno la casa. Il ventunenne, dovrà rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di munizionamento.