Droga ed armi in casa, arrestata coppia di coniugi a Bisconte

MESSINA. Marito e moglie, incensurati, residenti nel villaggio Bisconte di Messina detenevano in casa armi, droga e sono risultato in possesso di 7mila e 500 euro in contanti.

Il controllo domiciliare dei carabinieri della compagnia Messina Centro, è scattato dopo che l’uomo, 31 anni, era stato fermato con l’auto. Aveva subito manifestato un certo nervosismo. I militari hanno avviato le verifiche spostandosi presso il domicilio. Il trentinenne ha tentanto di avvertire la moglie dell’arrivo dei Carabinieri. Nel momento in cui questi hanno suonato il citofono, la donna, 30 anni, ha lanciato dal balcone un involucro che è stato prontamente recuperato.

All’internocirca 6 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione.

In casa, tuttavia, non c’era solo droga: la perquisizione domiciliare, infatti, ha permesso di rinvenire, custodita, all’interno di un cassetto della credenza della cucina, una pistola marca FN, calibro 7,65 con un caricatore con inserite sei cartucce ed ulteriori 6 proiettili dello stesso calibro. Gli accertamenti svolti sulla pistola hanno permesso di verificare che l’arma era provento di un furto in abitazione commesso nello scorso mese di marzo nella frazione peloritana di Faro Superiore. Inoltre sono stati rinvenuti e sequestrati oltre 7 mila e 500 euro in contanti, presumibile provento dell’attività di spaccio. Infine, le attività di perquisizione sono state estese anche in un ulteriore locale in uso all’uomo, adibito ad autolavaggio, dove sono stati rinvenuti ulteriori 10 grammi di stupefacente del tipo marjuana.

Per la coppia di coniugi è quindi scattata la denuncia in stato di arresto per detenzione illegale di arma e possesso di stupefacenti