Fabbricavano armi in casa. E’ uno dei reati per i quali una coppia di coniugi residenti a Caronia è stata denunciata dai Carabinieri dopo una serie di controlli effettuati nella loro abitazione.

I Militari dell’Arma della locale stazione, con l’ausilio dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia, hanno denunciato, in stato di libertà, marito e moglie – lui 73enne, lei 55 enne – per fabbricazione di armi, detenzione abusiva di munizioni, gestione e combustione illecita di rifiuti.

I Carabinieri li avevano sorpresi a bruciare rifiuti nelle in un’area esterna alla loro abitazione, hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare trovando, all’interno di un magazzino, una canna di fucile realizzata artigianalmente, 14 munizioni cal. 16 per fucile da caccia, 10 cartucce vuote, 300 grammi di polvere da sparo, custodita all’interno di una latta, un dispositivo per la carica delle cartucce ed un bilancino di precisione.

Nel corso dello stesso servizio, i Carabinieri hanno anche sequestrato un’area di oltre 2300 mq, pertinente all’abitazione e di proprietà della coppia, laddove era stata realizzata una vera e propria gestione illecita di rifiuti anche pericolosi, tra cui eternit, accumulatori, parti di veicoli, pneumatici, sanitari rotti, cavi elettrici, vetro, plastica ed altro.