Il procuratore di Patti Angelo Cavallo ha radunato questa mattina tutti i consulenti nominati nelle scorse settimane per integrare il percorso investigativo con i pareri tecnici. Le indagini sul giallo di Caronia continuano. Le cause della morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele non sono ancora state chiarite, nemmeno l’autopsia ha fornito soluzioni al caso.

La riunione di questa mattina servirà ad effettuare un confronto su esiti di esami e sopralluoghi. Presenti i medici legali Daniela Sapienza ed Elvira Ventura, la geologa forense Roberta Somma, l’entomologo forense Roberto Vanin. I magistrati faranno il punto sulle indagini a un mese dal ritrovamento del corpo di Viviana Parisi, sotto un traliccio, cinque giorni dopo la sua scomparsa con il figlio.

Dopo il vertice in Procura, ancora un sopralluogo nella zona in cui sono stati ritrovati i resti della donna e del bambino. Intanto a Palermo si è svolto l’esame della polizia scintifica sull’auto che guidava Viviana Parisi. Utilizzato il luminol, un composto chimico in grado di evidenziare macchie di sangue e tracce organiche. L’esame servirà per capire se il bimbo sia ferito durante l’incidente. Secondo alcune testimonianze Gioele stava bene quando Viviana dopo l’incidente l’ha portato con se nel bosco di Caronia. Ma una ricostruzione ufficiale dei fatti ancora non c’è. Le indagini proseguono