Sabato scorso era intervenuto sul palco della manifestazione nazionale contro il green pass in piazza del Popolo a Roma. Un gesto, quello del giudice messinese Angelo Giorgianni, finito al centro delle polemiche, che poche ore dopo il trambusto aveva annunciato la decisione di abbandonare la toga.

Ma adesso, nei confronti del consigliere della Corte d’appello di Messina, adesso, la procura generale della Cassazione chiede l’adozione di una misura disciplinare della sospensione dalle funzioni e dallo stipendio.

La richiesta sarà esaminata giovedì prossimo dalla sezione disciplinare de Csm. Allo stesso tempo, dopo la richiesta al Comitato di presidenza dei togati di Area, a palazzo dei Marescialli è stata aperta una pratica presso la Prima Commissione.