MESSINA.

Il consiglio comunale esamina il piano di liquidazione dell’Atm. Oggi, seduta di commissione bilancio dove il sindaco Cateno De Luca è intervenuto per una analisi sulle ragioni che hanno portato alla decisione di liquidare. Da gennaio dovrebbe operare la nuova società per azioni. Il primo cittadino ha chiesto responsabilità ai consiglieri mentre L’Atm ha comunicato che dal 31 dicembre cesserà ogni attività.

In commissione anche il liquidatore, Pietro Picciolo, che è tornato relazionare sui numeri della crisi. 73 milioni di debiti a fronte di 40 milioni di crediti. Fit Cisl, Ora e Ugl e Cisal  sostengono i progetti dell’amministrazione De Luca mentre Filt Cgil e Uil Trasporti hanno annunciato lo sciopero.
A breve dovrebbe essere pagato lo stipendio di novembre agli oltre 500 lavori. Nessuna certezza ancora per il futuro.