Dalle prime ore del mattino, la Dia di Messina, su disposizione del Tribunale della Città dello Stretto-Misure di prevenzione di Pubblica sicurezza sta eseguendo un decreto di sequestro al patrimonio (quantificato in 7 milioni e 200mila euro) nella disponibilità di Domenico Molino, un noto imprenditore edile della zona tirrenica della provincia messinese

Il provvedimento fa seguito alla proposta di applicazione di misura di prevenzione patrimoniale, a firma del direttore della Dia, Giuseppe Governale, in piena sinergia operativa con la Direzione distrettuale antimafia di Messina, guidata da Maurizio De Lucia. Ulteriori dettagli a breve