Negozi chiusi la domenica. Il presidente della Regione Nello Musumeci fa marcia indietro e firma una nuova ordinanza che ferme le attività commerciali nelle giornate festive. L’obiettivo resta sempre lo stesso: evitare le occasioni di assembramento.

Prevista dunque la chiusura dei negozi ad eccezione di farmacie, parafarmacie, tabaccherie ed edicole e del domicilio per i prodotti alimentari, dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento.

Le scene di piazze e strade affollate lo scorso fine settimana in tante città della Sicilia sono state il campanello d’allarme.

Intanto la Sicilia rimarrà zona arancione. “Ho sentito il ministro Speranza – dichiara Musumeci – che mi ha anticipato la decisione di rinnovare la propria ordinanza per tutte le zone arancioni in Italia, fissando per la prossima settimana un primo confronto tecnico per una nuova valutazione del rischio-Regione.

Il presidente della Regione annuncia che nelle prossime giornate proseguirà il monitoraggio degli indici di contagio, con la valutazione di misure di contrazione della mobilità extra-regionale, con l’adozione di protocolli di contenimento condivisi con gli Enti locali, con screening a tappeto nelle categorie.

“Abbiamo recepito – conclude – le indicazioni provenienti dal nostro Osservatorio epidemiologico e la Regione sta allargando il monitoraggio su aree più vaste dei Comuni, con parametri oggettivi che portano all’adozione di misure da “zona rossa”. Serve tempestività, ma soprattutto rigore scientifico.”