«Siamo fiduciosi che lavorando serenamente tutto possa rientrare così da garantire occupazione, servizi alla comunità e prospettive future per la struttura». Sull’Ospedale Papardo, la Cisl Messina continua il suo lavoro di raccordo per recuperare il taglio di fondi che ha messo in crisi la programmazione triennale della struttura ospedaliera.

«Gli ultimi sviluppi – afferma il segretario generale della Cisl Messina Antonino Alibrandi – hanno certificato che c’è la volontà e la possibilità di recuperare quanto perso nella prima fase. L’approvazione dell’ordine del giorno all’Ars è un importante passo. È necessario, però, subito dopo aver recupero le somme, aprire il confronto con il management per ragionare sul futuro dell’ospedale con l’obiettivo di una sempre maggiore efficienza e la costruzione di un sistema a rete che possa garantire assistenza a tutta la zona nord della città e delle isole minori. Per raggiungere ciò – conclude Alibrandi – serve un fronte comune tra istituzioni, sindacati e rappresentanti politici messinesi territoriali, regionali e nazionali e una valutazione oggettiva e lungimirante che guardi anche alle opportunità che le nuove tecnologie porteranno per la medicina e la chirurgia».