MESSINA. Non era stato rintracciato lo scorso 3 marzo durante il blitz della squadra mobile scattato con l’operazione Ottavo Cerchio. Nei suoi confronti era stata emessa dalla Procura di Messina un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.

L’attesa è durata appena qualche giorno e così Felice D’agostino, 62 anni, funzionario del Genio Civile, è stato rintracciato presso l’aeroporto “Vincenzo Bellini” di Catania di rientro dall’estero. I poliziotti della Squadra Mobile di Messina, con l’ausilio di personale della Polizia di Frontiera Marittima ed Aerea di Catania, lo hanno arrestato. Ottavo Cerchio è l’operazione che ha portato recentemente alla luce un sistema di corruzione e mazzette a Messina. Tra i protagonisti non solo imprenditori ad ambienti della criminalità organizzata ma anche funzionari pubblici che avrebbero favorito alcuni ditte nell’assegnazione di appalti.