«La bocciatura del Piano Tari da parte del Consiglio comunale apre scenari tutti da scrivere per la Messina Servizi e fa emergere che per rilanciare davvero Messina non c’è bisogno di un solo uomo al comando ma di una squadra composta da diverse anime che rappresentano i tanti aspetti della nostra città, liberi da vincoli di fedeltà se non quello nei confronti del futuro di Messina”». A dirlo è il segretario generale della Fit Cisl di Messina, Letterio D’Amico commentando la votazione avvenuta ieri sera in Consiglio comunale.Secondo​ D’Amico «bisogna rivedere il modello organizzativo, con un nuovo piano industriale, il potenziamento con mini isole e nuove piattaforme impiantistiche, ripensare la raccolta differenziata, stabilizzare i lavoratori a tempo determinato che possano contribuire a migliorare i servizi».