E’ la riproduzione di un’opera nella quale si rappresenta l’umiliazione della Città. L’architetto storico di Messina propone la sua sostituzione