Ha avuto la forza ed il coraggio di raccontare tutto alla madre che ha presentato denuncia alla polizia. L’ennesimo episodio di violenza sessuale su minore vede come protagonista una 14enne abusata da un cinquentenne. L’uomo, compagno della madre, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile. De rispondere dell’accusa di violenza sessuale e corruzione di minorenne.

Grazie al racconto della bambina è stato possibile avviare le indagini supportate dall’ausilio di personale medico, che hanno portato alla misura cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Messina.

Ma gli uomini della questura nelle scorse ore hanno eseguito altre misure restrittive nell’ambito di reati di violenza che si sono consumati all’interno di mura domestiche.

I poliziotti delle Volanti hanno arrestato un 48enne. L’uomo era già destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, la madre, costretta a subire continue richieste di denaro. Il 48enne, in un primo momento sottoposto agli arresti domiciliari presso una comunità terapeutica, dopo l’accertamento di ulteriori gravi episodi, è stato trasferito in carcere.

Infine è stato disposto l’allontanamento dalla casa familiare nei confronti di un sessantaquattrenne, dedito all’alcool, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia ai danni del coniuge. La ricostruzione della vicenda da parte dei poliziotti ha permesso di evidenziare le responsabilità dell’uomo, resosi protagonista di continui episodi di violenza e sopraffazione. Gravi, precisi e concordanti elementi a carico, quali minacce di morte,