MESSINA. Si era reso protagonista di una rapina ai danni di un disabile lo scorso 9 settembre. Pensava di averla fatta franca ma grazie alle indagini della Polizia di Stato e coordinate dalla locale Procura della Repubblica è stato individuato ed arrestato. Una misura di custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità Giudiziaria, è scattata a carico di Ivan Chiarello, 19 anni, messinese. Il provvedimento è stato eseguito questa mattina dagli agenti delle Volanti della Questura di Messina,

Il giovane deve rispondere del reato di rapina aggravata. Secondo la ricostruzione effettuata dagli agenti il diciannovenne, la sere del 9 settembre scorso, ha inizialmente avvicinato la vittima in strada chiedendole del denaro. Al suo rifiuto, ha iniziato a seguirla e, al momento reputato più opportuno, l’ha aggredita alle spalle spintonandola e facendola cadere. Ha quindi afferrato il borsello contenente documenti personali e una carta bancomat ed è scappato lasciando la vittima a terra dolorante.

Durante la fuga si è liberato del borsello, poi recuperato – con i documenti e gli oggetti personali ad eccezione della carta bancomat – e restituito alla vittima.

La vittima, immediatamente soccorsa, è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale Piemonte dove ha ricevuto le cure mediche per le escoriazioni diffuse riportate.