Per lo sbaraccamento di Messina la Regione aveva già assegnato 500 miliardi di lire nel lontano 1990. Soldi, in buona parte, mai arrivati