MESSINA. I Carabinieri delle Compagnie di Messina Centro e Milazzo, a Catania, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di 27enne ed 28enne entrambi catanesi e già noti alle forze dell’Ordine, ritenuti responsabili, in concorso, del reato di furto in abitazione con l’aggravante di avere agito in orario notturno ed in circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la pubblica o privata difesa.

Attività d’indagine sviluppata dai Carabinieri delle Stazioni di Villafranca Tirrena e di Rometta Marea e risale alla scorsa estate. Gli elementi raccolti dai militari dell’Arma e la comparazione delle immagini dei vari sistemi di videosorveglianza analizzati hanno permesso di individuare i due arrestati quali responsabili di ben sei furti di motocicli asportati all’interno dei cortili di altrettante abitazioni. I due ladri si introducevano all’interno dei cortili e delle pertinenze delle abitazioni delle vittime in orario notturno, mentre i proprietari dei mezzi dormivano e, qualora necessario, scardinavano i cancelli per trasportare, spingendoli a mano i motocicli, ai quali veniva anche forzato il bloccasterzo, caricandoli all’interno di un furgone.

Quindi si allontanavano dal luogo rientrando nel catanese dove i mezzi venivano smontati e rivenduti. Le indagini hanno consentito altresì di accertare che i veicoli utilizzati, un furgone e un’autovettura di piccola cilindrata, venivano noleggiati a Catania da uno dei due arrestati che adesso si trovano rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza a Catania.