MESSINA. Dopo l’azione di protesta, lo scorso 19 luglio, in piazza Unità d’Italia, era andato ad autodenunciarsi a Palazzo Zanca. Adesso il consigliere comunale Libera Me Alessandro Russo dovrà pagare una multa da 100 € per aver disatteso l’ordinanza del sindaco Cateno De Luca sul decoro urbano.

Per Russo si è trattato di una contestazione al provvedimento del primo cittadino, definito ingiusto e che colpisce solo le categorie più deboli della città. “Non si è capito il senso della provocazione – ha detto il consigliere – la mia contestazione che resta attuale è rivolta a una mancata uniformità tra la sanzione antibivacco e politiche reali di inclusione sociale di queste persone, non è possibile usare solo il pugno duro senza atti sociali di risposta ai bisogni”.

Russo si è autodenunciato perchè ha voluto dimostrare anche l’inapplicabilità dell’ordinanza che ha bisogno di un impegno costante della polizia municipale sul territorio.

Il rappresentante del Partito Democratico sta valutando la possibilità di presentare ricorso contro la sanzione.