Perde pezzi il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle a Palazzo Zanca. Giuseppe Schepis nella seduta di ieri pomeriggio ha formalizzato il passaggio al gruppo Misto.
Alla base della decisione le scelte politiche del partito su scala nazionale. Scelte politiche che non rispecchierebbero i valori per i quali il consigliere aveva aderito al movimento politico. Qualche giorno fa, Schepis aveva votato sfavorevolmente, sulla piattaforma Rousseau, il sostegno dei Cinque stelle al governo di Mario Draghi.
Ma quella di Schepis, che sentiremo tra poco, non è l’unica novità tra gli scranni di Palazzo Zanca. Daria Rotolo, consigliere del gruppo Sicilia Futura, ha presentato le dimissioni.
Ad incidere sono le ragioni di opportunità legate al ruolo sempre più importante, nell’ambito dell’Amministrazione De Luca, rivestito dal marito Federico Basile, da qualche mese direttore generale di Palazzo Zanca. Una posizione sempre più incompatibile con quella di “Sicilia Futura”, che siede tra i banchi dell’opposizione. Al posto di Daria Rotolo, in Aula siederà, come prima dei non eletti di “Sicilia Futura”, Francesca Cacciola, impiegata amministrativa del Papardo.