Dopo la rapina la fuga è durata pochi minuti. Il malvivente che ieri pomeriggio ha preso di mira il distributore di carburanti in via Torrente Trapani è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile e delle volanti. Si era nascosto all’interno di uno degli ingressi del vecchio rifugio utilizzato dalla popolazione durante i bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale.

 Emanuele Russo, 52 anni, personaggio già noto alle forze dell’Ordine dopo aver sottratto al gestore della stazione di servizio poco più di 400 euro si era dato alla fuga a piedi. Immediato l’intervento della polizia. Gli agenti hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto e si sono subito messi alla ricerca del rapinatore.

Dopo l’arresto sono stati ritrovati e sequestrati  una pistola calibro 6,35 con 23 proiettili dello stesso calibro, nonché il ciclomotore utilizzato dal malfattore prima di scappare a piedi. Recuperata, inoltre, la refurtiva riconsegnata al titolare dell’impianto di distribuzione. L’arrestato, su disposizione dell’A.G., è stato trasferito presso la locale casa circondariale e dovrà rispondere dei reati di rapina aggravata, porto abusivo di arma e munizionamento.