MESSINA. Sempre più rovente il clima tra i sindacati Filt Cgil e Uil Trasporti ed i vertici di Atm. Adesso nel mirino dei sindacati il ritardo nel pagamento dello stipendio di agosto, nonostante l’anticipazione di cassa deliberata da Palazzo Zanca, su richiesta della stessa società.

La nota dei sindacati.

“Filt Cgil e Uiltrasporti: Atm dica la verità. Spieghi perché ancora non sono stati pagati gli stipendi in Atm, seppure  il Comune abbia già da settimane deliberato un anticipo di cassa. Udite udite, per andare avanti l’azienda raschia il barile eppure ritarda a pagare gli stipendi dando le colpe al sindacato cattivo. 

Con nota del 9 agosto prot 15864, l’ATM ha già chiesto anticipi al Comune di Messina sulle mensilità di  ottobre, novembre e dicembre del contratto di servizio. Il via libera dall’assessorato è giunto con nota del 12 agosto prot 246312. Il dipartimento comunale  con nota del 26 agosto prot 256600 a firma del dirigente Mario Pizzino ha dato il via libera all’anticipo delle mensilità di ottobre e novembre. Oggi però l’ATM non ha ancora pagato gli stipendi di agosto, in ritardo di una settimana. Dunque crediamo sia legittimo che il sindacato chieda perché! 

Addirittura assistiamo al paradosso che azienda e parte del sindacato vicino ai vertici Atm si fanno beffa dei lavoratori e additano in maniera puerile queste sigle come responsabili di non capiamo quale grave colpa che invece rimane tutta in capo a questo management e a chi presta loro il fianco in cambio di spiccioli favoritismi. Continuiamo a denunciare la grave situazione aziendale – concludono Filt Cgil e Uiltrasporti – perché è preoccupante per il futuro dei lavoratori e del servizio che per far fronte agli stipendi di agosto si chieda anticipi delle mensilità fino a fine anno.

Ci chiediamo come si farà fronte pertanto ai prossimi stipendi, ma intanto chiediamo ad Atm la verità sul perché ancora non sia stato pagato quello di agosto e che fine abbiano fatto i soldi del Comune dopo la delibera di anticipo. E per cortesia smettete di dare ad altri le colpe della mala gestione di Atm, lavoratori e cittadini non sono stupidi.”