Ha tentato di uccidere il proprio figlio. Pesanti le accuse nei confronti di un 51enne ex sottufficiale dell’esercito romeno. Notte di terrore, tra domenica e lunedì, in una abitazione di Villaggio Grazia a Milazzo. L’uomo dopo una serata trascorsa a bere vino e ad insultare e minacciare i sui familiari ed i vicini di casa, al culmine della nottata, poco dopo le 2,30, ha accoltellato e ferito gravemente con diversi fendenti, il figlio di 30 anni, che grazie all’aiuto della madre, pur ferito con diversi tagli di coltello all’addome ed al fianco, è riuscito a divincolarsi ed a fuggire in strada. Sul posto i carabinieri. Il 30enne è stato soccorso da un’ambulanza del 118 che lo ha trasportato al Pronto soccorso del vicino ospedale (prognosi di 25 giorni). I militari, invece, sono entrati in casa dove all’interno hanno sorpreso l’ex militare dell’esercito con ancora in possesso il particolare coltello sul quale vi erano evidenti tracce ematiche. L’aggresdore è stato sottoposto dagli stessi carabinieri a fermo di polizia giudiziaria.