Da domani torna in servizio il tram la domenica e nei festivi. Quel servizio che era stato sospeso perché considerato inutile e costoso per l’azienda trasporti. Lo stesso tram che il sindaco De Luca appena eletto annunciava di smantellare salvo poi programmare una serie di interventi di riqualificazione.

Il tram la domenica è una delle novità del nuovo piano di esercizio che Atm ha concordato con le organizzazioni sindacali. In realtà si tratta di un ritorno al passato e del ripristino del tpl al periodo precedente al lockdowm. Da lunedì, dunque, ogni villaggio avrà la propria linea per i collegamenti con il centro cittadino.

Resta urgente da affrontare la questione degli autisti. Appena 119 in organico quelli per il gommato. Questo significa che per garantire il piano di esercizio standard, il servizio notturno partirà dal mese di luglio, si procederà con gli straordinari ed il turno spezzato.

Un sacrificio che Atm spa chiede al personale in attesa dell’impiego dei 70 nuovi operatori che sono stati selezionati ed assunti con il contratto di apprendistato.

Ad ogni modo da lunedì il servizio tpl in città sarà potenziato. Nell’arco della giornata ci saranno più corse e ciò dovrebbe evitare anche la creazione di assembramenti sui mezzi come è avvenuto ed è stato recentemente documentato soprattutto nella ore di punta.