Come prevedibile i tamponi effettuati sugli ospiti e sugli operatori della casa di riposto “Come d’incanto” hanno fatto registrare una percentuali altissima di contagiati: poco meno dell’80%. Il sindaco Cateno De Luca ha comunicato che la strttura sarà sgomberata per consenitre la totale sanificazione degli ambienti, ma occorrono tre giorni di tempo.

Il primo cittadino ha chiesto agli operatori sanitari ancora in servizio di rimanere nella casa di riposo ancora per il tempo necessario alle operazioni di sgombero. Un ulteriore sacrificio che ciascuno è libero anche di non fare.

De Luca ha anche chiesto ai cittadini messinesi, con un pubblico appello, la disponibilità di immobili disabitati per fronteggiare l’emergenza dei trasferimenti e delle quarantene.

Quello della casa di riposo contagiata è uno dei casi più gravi sul terriorio messinese. Coinvolte circa 70 persone. Proprio oggi glioperatori della strttura evvano lanciato un disperato appello: “Non possiamo più assistere gli ospiti in queste codizioni, c’è bisogno di medici e infermieri”. Tre giorni ancora, ha promesso il sindaco…