Tremestieri, il cantiere del porto sempre fermo. Nel silenzio di tutti…

La settimana di inizio lavori è sempre “quella prossima”. Da mesi ormai il cantiere del porto di Tremestieri con la sia piastra logistica  rimane deserto. L’opera pubblica più grande appaltata a Messina negli ultimi anni non procede. Il grande porto, che dovrebbe salvare definitivamente Messina dal traffico dei tir in centro ormai totalmente senza regole e senza controlli, sta entrando lentamente e silenziosamente nell’elenco delle incompiute.

Prima i nove mesi di ritardo annunciati nel cronoprogramma dei lavori alla fine del 2019, a causa di ritrovamenti di rocce e detriti nel terreno a cantiere aperto ed appalto ottenuto, poi il covid 19. E gli operai da allora sono spariti. L’Italia si è poi rimessa in moto, ma non a Tremestieri. La Coedmar di Chioggia, che si è aggiudicata l’appalto da 72 milioni di euro non riavvia il cantiere.

Lavori consegnati il 9 novembre 2018, formalmente dall’amministrazione del sindaco Cateno De Luca che ha ereditato l’iter dalle passate amministrazioni. Due anni per attuazione del progetto che prevede l’aumento degli attracchi a Messina sud, da due a sette. Mancano pochi mesi al raggiungimento di quella che la presunta data di ultimazione dei lavori. Di mezzo anche una variante al progetto già approvata, ma l’opera pubblica è ancora solo un progetto. Sul territorio siamo alle fasi preliminari e l’amministrazione comunale di Messina non reagisce.