Ha ucciso il fratello, poche ore dopo si è consegnato ai Carabinieri. La tragedia familiare si è consumata in Piemonte, il provincia di Novara. Il messinese Rosario Saporito, 40 anni,ha sparato al fratello Daniele, 36 anni.

Dopo una fuga durata alcune ore, il 40 enne si è costituito ai carabinieri di Novara. I militari dell’Arma indagano per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto ed il movente. Tra le ipotesi quella che Rosario si sarebbe convinto dell’esistenza di una relazione tra la moglie e il fratello Daniele. Prima dell’omicidio si sarebbe verificato un violento litigio.

Rosario Saporito ha consegnato ai Carabinieri anche una pistola che dovrebbe essere l’arma del delitto.