Dalla gloria in Serie A, con il numero 41 sulle spalle, all’esonero, da allenatore, in Serie C. Si potrebbe sintetizzare così l’avventura di Sasá Sullo in riva allo Stretto. Dopo il tonfo di ieri in casa, con il Monterosi Tuscia che si è imposto per 1-3, la società ha deciso di sollevare dall’incarico il mister dell’Acr Messina.

La notizia è stata resa nota, nelle scorse ore, con un comunicato stampa pubblicato sulla pagina Facebook del club giallorosso.

“L’ACR Messina – si legge nella nota – visti i risultati sportivi delle ultime settimane e il crescente atteggiamento negativo della squadra, in seguito ad un confronto con il responsabile tecnico Salvatore Sullo, nel quale lo stesso ha manifestato le proprie difficoltà, ha deciso di comune accordo con l’allenatore di interrompere il percorso intrapreso. L’ACR Messina – conclude il comunicato stampa – ringrazia l’allenatore campano per il lavoro svolto con professionalità ed impegno costante, augurando le migliori fortune professionali nel prosieguo della carriera”.

Si conclude così, la breve esperienza sulla panchina giallorossa di Sullo che, comunque, resterà sempre nei cuori dei tifosi messinesi. Memorabili le sue prestazioni sul campo. Dal rigore nel playoff per la B contro il Catania, era il 17 giugno 2001, che mandò il Messina fra i cadetti, alla storica promozione in A nella stagione 2003-2004. E poi, l’esordio nella massima serie, la malattia e la vittoria sul cancro, fino alla sfortunata avventura da allenatore. Una cosa, però, è certa. Nonostante tutto, come si evince anche dai commenti lasciati sui social dai tifosi, la stima e l’affetto verso il tecnico campano resta immutata.

Di Francesco Gaberscek