È accusato di violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale il 59enne che nelle serata di ieri è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Messina. L’uomo, un pluripregiudicato, avrebbe abusato di due ragazze di 16 e 17 anni.
In particolare gli agenti hanno soccorso alcuni giovani che, appena scesi da un tram giunto nella piazza antistante la stazione centrale, hanno cominciato a gridare aiuto cercando di allontanarsi da un uomo che li seguiva.
Alla vista degli agenti i giovani, due ragazze e due ragazzi, spaventati ed agitati, hanno raccontato che l’uomo da cui scappavano, poco prima, a bordo del tram, aveva palpeggiato una delle ragazze e cercato di fare lo stesso con un’altra.
Gli agenti si sono posti all’inseguimento del sospetto che, nel frattempo, aveva cercato di allontanarsi. Raggiunto dai poliziotti, ha cercato, invano, di sottrarsi agli stessi spintonandoli violentemente e brandendo una bottiglia di birra. L’uomo è stato però bloccato e condotto presso  gli uffici di polizia dove a seguito di controlli è emerso che lo stesso aveva diversi precedenti anche per violenza sessuale ed atti osceni in luogo pubblico.
Gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei ragazzi presenti che hanno raccontato dei ripetuti apprezzamenti di contenuto volgare ed esplicitamente sessuali ricevuti dalle ragazze della comitiva nel corso del viaggio in tram e di come l’uomo ha approfittato della discesa dei passeggeri, al capolinea della stazione, per palpeggiare una giovane e tentare lo stesso approccio con un’altra. Il 59enne è stato quindi  arrestato per violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale.